GIORGIA MELONI IL 5 SETTEMBRE A GROSSETO

luca_vitale_fdi

Giorgia Meloni sarà a Grosseto il prossimo sabato 5 SETTEMBRE, in Piazza Dante alle ore 18.00.

Con orgoglio Luca Vitale annuncia l’evento che vedrà la leader di Fratelli d’Italia Meloni impegnata in un comizio, proprio, a sostegno dei candidati del listino provinciale grossetano di Fratelli d’Italia, Fabrizio Rossi, Luca Minucci, Guendalina Amati, Alessandra Mastri Flamini e della candidatura di Susanna Ceccardi a presidente della Toscana.

Saranno presenti, oltre che a Giorgia Meloni, e i candidati di FDI Grosseto, l’onorevole Giovanni Donzelli, il senatore Patrizio La Pietra, il coordinatore regionale di FDI e sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi, e il sindaco di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna.

Non si vota solo in Toscana, ma ben in altre cinque regioni e in oltre 900 comuni sparsi per tutta ITALIA, ma nonostante i molteplici impegni la Meloni sarà presente anche a Grosseto per un momento pregno di importanza, perché potrebbe vincere Ceccardi mandando a casa, finalmente, il PD, conclude Vitale.

RETE UNICA? IL GOVERNO VA IN UN’ALTRA DIREZIONE

luca_vitale

L’accordo raggiunto sulla rete unica sembra non andare affatto nel senso auspicato da Fratelli d’Italia: chiedevamo una rete indipendente e di proprietà pubblica, in cui gli operatori fossero messi tutti nelle stesse condizioni per offrire servizi competitivi ai cittadini, commenta Luca Vitale.

Al contrario ci ritroviamo una rete unificata sotto l’egida di Tim che in questa maniera acquisirà il controllo anche degli asset costruiti da Enel e CdP attraverso Open Fiber.
Si tratta di un progetto gigantesco che non sarà approvato dalle autorità regolatorie italiane e sarà bocciato dall’Europa.

Ma ancor più rilevante è il dubbio che tutto questo compulsivo gran da fare serva a frenare gli investimenti in fibra per non svalutare il valore della vecchia infrastruttura in rame. E così parlano di ritardo della fibra, promettono strade impervie per una rete moderna, ma in concreto finiremo per spendere i voucher per finanziare la vecchia infrastruttura in rame, rischiando di lasciare gli italiani nel medioevo digitale.

Il Governo Conte la smetta di lavorare col favore delle tenebre, venga in Parlamento a riferire su questo nuovo Britannia che sta rifilando agli italiani, conclude Luca Vitale.

QUESTO GOVERNO SA SOLO MENTIRE!

Comunque la barzelletta dell’estate sono il PD, commenta Luca Vitale (“l’unico virus è il razzismo”), Zingaretti (aperitivo a Milano), Conte (“siamo prontissimi e abbiamo fatto tutto il necessario”), Di Maio (milioni di mascherine mandate in Cina a febbraio), gli espertoni del Governo (le mascherine sono inutili e dannose), che ora attraverso i media di regime provano a far passare la menzogna che la destra è “negazionista”.

La sinistra è fatta così, da sempre: “mentire, mentire, mentire, qualcosa resterà”, conclude Vitale.

NO AL MES…

luca_vitale

L’economista Domenico Lombardi rileva che durante il periodo di lockdown il conto di Tesoreria del Ministero dell’Economia è lievitato del 55%, sul conto corrente gestito da Gualtieri giacciono inutilizzati ben 70 miliardi di euro, 25 in più rispetto a fine febbraio, addirittura 56 in più rispetto a inizio anno.

In questa fase, con cittadini e aziende che sono sempre più con l’acqua alla gola, è già di per sé un delitto non mettere in circolazione risorse nostre e immediatamente spendibili, ma è davvero intollerabile che questa maggioranza continui a invocare il Mes per contrarre un nuovo debito commenta Luca Vitale.

Ora basta, si utilizzino subito quei soldi per fare investimenti, potenziare il sistema sanitario, accorciare i tempi di pagamento della pubblica amministrazione e rilanciare l’economia.

Fratelli d’Italia depositerà un atto affinché il Parlamento si esprima in modo chiaro e inequivocabile sul Mes, conclude Vitale.

CASI COVID IN AUMENTO: IL GOVERNO HA SBAGLIATO STRATEGIA

luca_vitale

L’aumento dei contagi da Covid in Italia è dovuto soprattutto a persone che arrivano dall’estero: immigrati illegali o cittadini italiani o stranieri che arrivano o rientrano legalmente in Italia, commenta Luca Vitale.

E allora si sarebbe potuto fare qualcosa per impedire il diffondersi dell’epidemia proveniente dall’estero.

Innanzitutto bloccando l’immigrazione illegale di massa, invece di favorirla. In secondo luogo imponendo tampone e quarantena a chiunque arrivi in Italia, da qualsiasi parte del mondo provenga.

Pretendiamo di sapere con quale logica il governo usa misure draconiane in determinati contesti e si dimostra di manica molto larga in altri, perché a tutto c’è un limite, soprattutto quando sono in gioco vite umane e la sopravvivenza del nostro tessuto produttivo, conclude Vitale.

VIA SECONDA RATA IMU? CONOSCIAMO I BENEFICIARI

luca_vitale

Non solo alberghi. Via libera all’esenzione della seconda rata dell’Imu 2020 per cinema e teatri. Ma anche discoteche, night club e simili. I gestori devono però coincidere con i proprietari, commenta Luca Vitale.

Poi, per gli anni 2021 e 2022, esenzione totale per cinema e teatri e proroga a tutto il 2020 dell’esenzione da Tosap/Cosap delle imprese di pubblico servizio. A stabilirlo il decreto agosto.

Immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, locali e fluviali nonché immobili degli stabilimenti termali;

immobili della categoria catastale D/2 (alberghi e pensioni), immobili degli agriturismo, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case ed appartamenti pervacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i proprietari coincidano con i gestori;

immobili rientranti nella categoria catastale D in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell’ambito di eventi fieristici o manifestazioni;

immobili di categoria catastale D/3 destinati a spettacoli cinematografici e teatrali e le unità destinate a discoteche, sale da ballo, night-club e simili, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate, conclude Vitale.

RICATTO DI CONTE, GLI ITALIANI NON CI STANNO

Osceno ricatto di Conte. Senza alcun pudore il presidente del Consiglio invita Pd e M5S a mettersi d’accordo nelle Marche e in Puglia perché “le forze di maggioranza dovrebbero avere tutto l’interesse a competere al meglio per essere protagoniste” – commenta Luca Vitale- anche nella partita sulla gestione dei soldi che arriveranno dall’Europa alle Regioni con il Recovery Plan.

Parole sconcertanti che richiamano le peggiori logiche della Prima Repubblica e una gestione del potere e delle Istituzioni che fa rabbrividire.

Gli italiani hanno capito bene con chi hanno a che fare e il 20 e il 21 settembre manderanno un segnale chiaro a chi occupa Palazzo Chigi abusivamente e contro la loro volontà, conclude Vitale

QUESTO GOVERNO GLI ITALIANI NON LO MERITANO!

La decisione, che avrà effetto almeno fino al 7 settembre è arrivata nel pomeriggio di ieri, domenica 16 agosto, quando i ministri di Sanità, Regioni e Sviluppo economico, Roberto Speranza, Francesco Boccia e Stefano Patuanelli, si sono uniti in videoconferenza con i governatori regionali per un vertice urgente, dopo il continuo aumento dei contagi.

Allora, se il governo ritiene opportuno chiudere le discoteche per fronteggiare l’emergenza, allo stesso modo deve chiudere con la massima urgenza i porti agli sbarchi illegali, commenta Luca Vitale.

Non si può continuare a ignorare il legame tra aumenti dei contagi e immigrazione clandestina mentre i nostri settori produttivi sono in ginocchio e le nostre aziende falliscono.

Questo governo scellerato gli italiani non lo meritano, conclude Vitale.

BUON FERRAGOSTO!

italia

BUON FERRAGOSTO a tutte le persone in difficoltà, a chi non potrà festeggiare per diversi motivi, a chi si sente abbandonato dalle istituzioni e a chi ha perso la voglia di sognare… A tutti FDL dice di credere, di andar avanti, perché, noi ci battiamo per i vostri diritti… Siamo accanto a tutti… Noi non facciamo promesse, ma fatti!
Luca Vitale

M5S E PD ZERO COERENZA!

Avviso di garanzia a Conte e a sei ministri per la gestione della crisi Covid.

Vediamo ora la coerenza del M5S e del PD. Intanto la coerenza dei grillini che hanno sempre invocato le dimissioni immediate per qualsiasi politico ricevesse anche solo un semplice avviso di garanzia, commenta Luca Vitale.

Lo faranno anche ora? Siamo sicuri di no, perché ormai abbiamo capito tutti che le regole del M5S variano a seconda della convenienza politica del momento.

E vediamo anche la coerenza del PD che ha votato tre volte al Senato per mandare a processo un ministro dell’interno per le decisioni prese. Fratelli d’Italia ha sempre detto che questa è una pericolosa deriva antidemocratica, ma visto che la sinistra ha sempre difeso la magistratura nella sfera decisionale del Governo, mi aspetto che ora il PD chieda a gran voce il processo per Conte e per tutti i ministri. Ma non lo farà, perché sappiamo tutti che la sinistra ama la magistratura solo quando attacca la destra.

Fratelli d’Italia rimane coerente con le sue posizioni, e non le muta a seconda della convenienza politica: le scelte politiche di un governo non dovrebbero essere sottoposte all’approvazione della magistratura.

Serve massima trasparenza, certo, ma questa deve essere data prima di tutto al Parlamento e ai cittadini.

È quello che continueremo a pretendere da questo Governo che continua a scappare dal confronto e che ha calpestato la costituzione e le dinamiche democratiche con la scusa del Coronavirus, conclude Vitale.