MAREMMA TRIONFA IL CENTRODESTRA

E’ Eugenio Giani il nuovo presidente della Regione Toscana, il centrodestra, dunque, esce sconfitto dalla tornata elettorale, ma in provincia di Grosseto la coalizione che ha sostenuto la candidatura di Susanna Ceccardi si afferma in ben 20 comuni, commenta Luca Vitale facente parte del direttivo FDI Grosseto, vediamo quali:

Arcidosso (49,78%), Campagnatico (62,02%), Capalbio (48,27%), Castel del Piano (49,75 %), Castiglione della Pescaia (49,72 %), Cinigiano (52,0 %), Civitella Paganico (49,75%), Follonica (45,38 %), Grosseto (47,83%), Isola del Giglio (57,99%), Magliano in Toscana (54,21%), Manciano (50,41%), Monte Argentario (51,54%), Orbetello (51,23%), Roccalbegna (59,3%), Scansano (48,2%), Scarlino (46,76%), Seggiano (55,39%), Semproniano (46,8%), Sorano (47,9%).

Solo Castell’Azzara (50,0%), Gavorrano (43,96 %), Massa Marittima (45,85%), Monterotondo Marittimo (58,21%), Montieri (50,0%), Pitigliano ( 42,31%), Roccastrada (49,22%), Santa Fiora (46,19%) confermano la vittoria di Eugenio Giani.

Il dato interno alla coalizione che ha sostenuto la Ceccardi in Maremma, non è una questione marginale, anzi, probabilmente è un elemento che influirà in maniera importante sugli equilibri della maggioranza che governa il capoluogo Grosseto, in vista delle elezioni per il sindaco del prossimo maggio.

Un ringraziamento Vitale lo rivolge ai candidati per l’impegno e la passione espressa in una competizione non facile, che comunque ha premiato il loro duro lavoro.

Intanto Giorgia Meloni, grida al grande successo dove il governo esce indebolito, mentre, FDI e il centrodestra rafforzato.

Ricordiamo, che nelle Marche si è registrata una grandissima vittoria e che Fratelli d’Italia è l’unico partito che cresce su tutto il territorio nazionale da Nord a Sud conclude Luca Vitale.

GOVERNO INCOMPETENTE!

Sabato è arrivata l’ennesima amara sorpresa per molti imprenditori italiani, per tutti quelli che come previsto dall’articolo 125 dell’ormai tristemente famoso “Decreto Rilancio” hanno presentato richiesta del credito d’imposta sulle spese per la sanificazione degli ambienti di lavoro e l’acquisto dei dispositivi di protezione individuale a tutela dei propri dipendenti, spiega Luca Vitale.

Credito d’imposta che doveva essere pari al 60% della spesa sostenuta, ma visto che il Governo ha stanziato solo 200 milioni di euro (il resto dei 55 miliardi del decreto servivano per marchette e amenità varie) è stato ridotto d’imperio dall’Agenzia delle Entrate a solo il 9% della spesa sostenuta (ovvero al 15,6423% di quanto richiesto dalle imprese).

L’ennesima presa in giro per imprese, artigiani e professionisti da parte di questo Governo.

Una cosa simile era già accaduta con il bando “Impresa Sicura” (solito nome altisonante) del mese di maggio che ha visto le risorse destinate allo stesso fine della protezione dei lavoratori andate esaurite in un click day durato pochi decimi di secondo.

Evidentemente ci provano gusto. L’Italia che produce e lavora non merita questo governo incompetente, conclude Luca Vitale.

LO STATO NON CEDA, ALLE PRETESE DI BATTISTI

luca_vitale

Le parole di Cesare Battisti, sono semplicemente disgustose.

È ripugnante la spudoratezza con la quale un terrorista pluriomicida come lui, che per decenni ha vissuto nella totale impunità ed è sfuggito alla condanna inflitta dall’Italia, si definisca perseguitato e vittima di una vendetta di Stato.

È l’ennesimo e intollerabile affronto di Battisti alla giustizia italiana, alle Istituzioni, alle vittime e chi ha combattuto il terrorismo.

Lo Stato non ceda in alcun modo alle incredibili pretese di questo criminale.

L’ITALIA NON MERITA QUESTA POLITICA!

luca_vitale

La sinistra ci prova in tutti i modi ad attribuirci i terribili fatti accaduti a Willy Monteiro.

Sfruttano la storia di questo coraggioso ragazzo di 21 anni, ammazzato senza motivo da quattro bestie schifose, per poterci attaccare, per poter dire “è colpa della destra”, quando per prima proprio la destra ha chiesto una condanna esemplare per i criminali, commenta Luca Vitale.

Provo un profondo senso di vergogna per loro: i genitori di Willy non rivedranno più il loro figlio, e la prima preoccupazione di questi finti buonisti è puntare il dito contro di noi, invece di unire le forze per non permettere che si verifichino più tragedie come questa e chiedere giustizia.

L’Italia è delusa, arrabbiata, siamo preoccupati per questa Italia che si è ridotta a essere rappresentata da gente così mediocre e bugiarda.

Non è questa la politica che meritano gli italiani, conclude Vitale.

URGE CANCELLARE QUESTA VERGOGNA

luca_vitale

Fratelli d’Italia sottoscrive la denuncia del presidente dell’Ordine dei medici Anelli contro l’emendamento al decreto Semplificazioni proposto dalla Svp e approvato dalla maggioranza giallorossa in Senato: in Alto Adige basta la conoscenza della lingua tedesca per esercitare le professioni sanitarie, commenta Luca Vitale.

Fratelli d’Italia ha votato contro questa norma, parte di un pacchetto che l’Svp ha chiesto al Governo Conte in cambio del suo sostegno in Senato.

È ignobile che i partiti di maggioranza calpestino la nostra identità e la nostra storia in cambio dei voti necessari a rimanere incollati alle loro poltrone.

Ora FDL si attiverà in Parlamento per cancellare questa vergogna, conclude Vitale.

QUESTO GOVERNO SA SOLO MENTIRE!

Comunque la barzelletta dell’estate sono il PD, commenta Luca Vitale (“l’unico virus è il razzismo”), Zingaretti (aperitivo a Milano), Conte (“siamo prontissimi e abbiamo fatto tutto il necessario”), Di Maio (milioni di mascherine mandate in Cina a febbraio), gli espertoni del Governo (le mascherine sono inutili e dannose), che ora attraverso i media di regime provano a far passare la menzogna che la destra è “negazionista”.

La sinistra è fatta così, da sempre: “mentire, mentire, mentire, qualcosa resterà”, conclude Vitale.

NO AL MES…

luca_vitale

L’economista Domenico Lombardi rileva che durante il periodo di lockdown il conto di Tesoreria del Ministero dell’Economia è lievitato del 55%, sul conto corrente gestito da Gualtieri giacciono inutilizzati ben 70 miliardi di euro, 25 in più rispetto a fine febbraio, addirittura 56 in più rispetto a inizio anno.

In questa fase, con cittadini e aziende che sono sempre più con l’acqua alla gola, è già di per sé un delitto non mettere in circolazione risorse nostre e immediatamente spendibili, ma è davvero intollerabile che questa maggioranza continui a invocare il Mes per contrarre un nuovo debito commenta Luca Vitale.

Ora basta, si utilizzino subito quei soldi per fare investimenti, potenziare il sistema sanitario, accorciare i tempi di pagamento della pubblica amministrazione e rilanciare l’economia.

Fratelli d’Italia depositerà un atto affinché il Parlamento si esprima in modo chiaro e inequivocabile sul Mes, conclude Vitale.

QUESTO GOVERNO GLI ITALIANI NON LO MERITANO!

La decisione, che avrà effetto almeno fino al 7 settembre è arrivata nel pomeriggio di ieri, domenica 16 agosto, quando i ministri di Sanità, Regioni e Sviluppo economico, Roberto Speranza, Francesco Boccia e Stefano Patuanelli, si sono uniti in videoconferenza con i governatori regionali per un vertice urgente, dopo il continuo aumento dei contagi.

Allora, se il governo ritiene opportuno chiudere le discoteche per fronteggiare l’emergenza, allo stesso modo deve chiudere con la massima urgenza i porti agli sbarchi illegali, commenta Luca Vitale.

Non si può continuare a ignorare il legame tra aumenti dei contagi e immigrazione clandestina mentre i nostri settori produttivi sono in ginocchio e le nostre aziende falliscono.

Questo governo scellerato gli italiani non lo meritano, conclude Vitale.

BUON FERRAGOSTO!

italia

BUON FERRAGOSTO a tutte le persone in difficoltà, a chi non potrà festeggiare per diversi motivi, a chi si sente abbandonato dalle istituzioni e a chi ha perso la voglia di sognare… A tutti FDL dice di credere, di andar avanti, perché, noi ci battiamo per i vostri diritti… Siamo accanto a tutti… Noi non facciamo promesse, ma fatti!
Luca Vitale

M5S E PD ZERO COERENZA!

Avviso di garanzia a Conte e a sei ministri per la gestione della crisi Covid.

Vediamo ora la coerenza del M5S e del PD. Intanto la coerenza dei grillini che hanno sempre invocato le dimissioni immediate per qualsiasi politico ricevesse anche solo un semplice avviso di garanzia, commenta Luca Vitale.

Lo faranno anche ora? Siamo sicuri di no, perché ormai abbiamo capito tutti che le regole del M5S variano a seconda della convenienza politica del momento.

E vediamo anche la coerenza del PD che ha votato tre volte al Senato per mandare a processo un ministro dell’interno per le decisioni prese. Fratelli d’Italia ha sempre detto che questa è una pericolosa deriva antidemocratica, ma visto che la sinistra ha sempre difeso la magistratura nella sfera decisionale del Governo, mi aspetto che ora il PD chieda a gran voce il processo per Conte e per tutti i ministri. Ma non lo farà, perché sappiamo tutti che la sinistra ama la magistratura solo quando attacca la destra.

Fratelli d’Italia rimane coerente con le sue posizioni, e non le muta a seconda della convenienza politica: le scelte politiche di un governo non dovrebbero essere sottoposte all’approvazione della magistratura.

Serve massima trasparenza, certo, ma questa deve essere data prima di tutto al Parlamento e ai cittadini.

È quello che continueremo a pretendere da questo Governo che continua a scappare dal confronto e che ha calpestato la costituzione e le dinamiche democratiche con la scusa del Coronavirus, conclude Vitale.