INFLAZIONE ALLE STELLE IN EUROPA E IN ITALIA: COME AGIREMO?


L’Eurostat ha diffuso il dato finale sull’andamento dei prezzi al consumo in area euro a ottobre 2022. L’inflazione ha registrato nell’area euro un incremento annuale del 10,6%, rispetto al +9,9% di settembre e al +4,1% dello stesso mese del 2021.
Il dato è leggermente inferiore all’indicazione preliminare (+10,7%). Come avviene ormai da mesi è la componente energetica ad aver avuto la più rapida crescita (+41,5% rispetto a ottobre 2021). Su base mensile i prezzi al consumo nell’area euro hanno registrato un incremento dell’1,5%.
L’inflazione a doppia cifra è stata registrata in ben 18 paesi europei, tra cui l’Italia, dove si aggira intorno al 12%. Curioso che per la prima volta in Russia per 5 mesi consecutivi si sia registrata l’inflazione mensile più bassa in Europa. L’aumento dei prezzi ad ottobre 2022, infatti è stato di solo lo 0,3% in Russia. Preoccupano anche i dati riguardanti la disoccupazione dato che in Italia si attesa al 7,9%, mentre in Russia si aggira intorno al 4,3%.
Il contrasto all’inflazione è al centro dell’attenzione del governo: nel consiglio dei ministri di ieri sera i temi principali riguardano proprio le misure urgenti in materia di accise e Iva sui carburanti e di sostegno alle imprese e famiglie pesantemente afflitte dall’inflazione generalizzata. La collaborazione con l’Europa sarà fondamentale per contrastare questo fenomeno e ridurne i rischi. È in questo modo che agiremo!

politica #sondaggi #crescita #centrodestra #consenso #lavoratori #paese #giorgiameloni #fratelliditalia #fratelliditaliagrosseto #italia #lucavitale #lucavitalecoordinamentocomunalegrosseto #lucavitaleconsiglierecomunale #dipartimentoeconomiaefinanza #lucavitalecoordinamentoprovinciale #elettifditoscana #lucavitalefratelliditalia #lucavitaleparlamento #lucavitalepergrosseto #ristorieconomici #politics #italianpolitics #politicslive


Quanto indicato in comunicati e video comunicati è la personale posizione di Luca Vitale iscritto a Fratelli d’Italia

IL PROGETTO DEL GOVERNO: TAGLIO AL CUNEO FISCALE DI 6 PUNTI

Il governo sta ragionando su come intervenire sul cuneo fiscale e sugli stipendi dei lavoratori italiani. In questi giorni si è dibattuto soprattutto con Confindustria, che ha chiesto a gran voce un intervento da 16 miliardi per aumentare i salari, e i rappresentanti dei sindacati che hanno invece ribadito la necessità di portare aumenti in busta paga da 150 a 200 euro, almeno per i redditi fino a 35mila euro.

Il taglio graduale al cuneo riguarderà tutte le categorie di lavoratori dipendenti, con l’eccezione dei lavoratori domestici, con retribuzione mensile fino a 35mila euro lordi l’anno. Il tutto su 13 mensilità. Lo scontro sui contributi del 2%, in sostanza, verrà applicato dal mese di gennaio a quello di dicembre, e comprenderà anche la tredicesima.

Non solo: secondo quanto trapelato, la riduzione dei contributi non avrà effetti sul calcolo delle pensioni future. Il taglio del 2% dovrebbe essere effettivo entro la fine del 2022, con un costo di circa 4 miliardi per le casse dello Stato.

Il governo ha come obiettivo quello di ridurre il cuneo fiscale di 5, se non di 6 punti percentuali. Si tratta di un progetto ambizioso, e l’esecutivo ha deciso di prendersi tutti e cinque gli anni della legislatura per arrivare al risultato. Si tratta, infatti, di un’operazione che dovrebbe costare allo Stato ben 12-15 miliardi di euro. La maggior parte del provvedimento mira ad alleggerire il carico sui contributi dei lavoratori, ma un terzo è dedicato anche alle aziende e agli imprenditori.

#politica #sondaggi #crescita #centrodestra #consenso #lavoratori #paese #giorgiameloni #fratelliditalia #fratelliditaliagrosseto #italia #lucavitale #lucavitalecoordinamentocomunalegrosseto #lucavitaleconsiglierecomunale #dipartimentoeconomiaefinanza #lucavitalecoordinamentoprovinciale #elettifditoscana #lucavitalefratelliditalia #lucavitaleparlamento #lucavitalepergrosseto #ristorieconomici #politics #italianpolitics #politicslive

Quanto indicato in comunicati e videocomunicati è la personale posizione di Luca Vitale iscritto a Fratelli d’Italia

LA MISSIONE DI GIORGIA MELONI AL G20 DI BALI

Per la nostra Giorgia Meloni è il primo vertice internazionale e arriva in un momento molto importante sia per la diplomazia mondiale che per quella italiana. 

Per Giorgia Meloni, il debutto al G20 passa per diverse direttrici: l’asse con la Nato, il dialogo con l’Oriente, il nodo dell’immigrazione e quello dell’energia.

Il G20 è servito anche al governo italiano per confermare le linee di politica estera annunciate durante i primi discorsi del premier e dei ministri che fanno parte dell’esecutivo. Per l’Italia, il banco di prova è certamente il rispetto della fedeltà all’Alleanza Atlantica, considerato la stella polare dell’esecutivo. 

È stato importante un altro incontro, quello con il presidente turco Erdogan, unico ponte tra la Nato e la Russia nella guerra in Ucraina. Secondo Palazzo Chigi, il vertice è servito soprattutto per ribadire l’interesse sui vari dossier che vedono coinvolte sia Roma che Ankara e sono stati espressi auspici per il rafforzamento della partnership commerciale, ma anche della cooperazione tra Italia e Turchia.

La presenza e gli incontri con il leader cinese Xi Jinping, il presidente indiano Narendra Modi e con gli altri capi di Stato ribadiscono la necessità per il governo italiano di non rompere i legami con potenze asiatiche che sono fondamentali nel sistema economico italiano e nelle relazioni internazionali. 

D’altronde, per il governo è fondamentale dialogare con gli attori più importanti provenienti da tutto il mondo, oltre a quelli dell’Occidente. È un tema essenziale per riuscire a dispiegare una politica estera più complessa e articolata che vada al di là dei confini del blocco euro-atlantico. Questo è il modello che vuole seguire il nostro governo.

#politica #sondaggi #crescita #centrodestra #consenso #lavoratori #paese #giorgiameloni #fratelliditalia #fratelliditaliagrosseto #italia #lucavitale #lucavitalecoordinamentocomunalegrosseto #lucavitaleconsiglierecomunale #dipartimentoeconomiaefinanza #lucavitalecoordinamentoprovinciale #elettifditoscana #lucavitalefratelliditalia #lucavitaleparlamento #lucavitalepergrosseto #ristorieconomici #politics #italianpolitics #politicslive

Quanto indicato in comunicati e videocomunicati è la personale posizione di Luca Vitale iscritto a Fratelli d’Italia

IL QUOZIENTE FAMIGLIARE COME NUOVA SPONDA ALLA NATALITA’

Nell’Italia odierna mettere al mondo un figlio è un indubbio vincolo economico e il fisco strangola le famiglie e contribuisce anche a svuotare le culle. Basti pensare che il 2021 ha visto la nascita di soli 399 mila bambini, portando la quota sotto la soglia dei 400mila per la prima volta dalla fine della Grande Guerra. Tutte le riforme che incentivano la natalità sono vincolate all’Isee e non a un generale processo di ridefinizione della scala fiscale.

Per risolvere questo problema, il nostro governo sta studiando un modello fiscale fondato sul superamento dell’indicatore Isee mira a portare anche nel Belpaese il quoziente familiare.

Si tratta di un sistema di tassazione che mira a tenere conto della composizione del nucleo familiare, con aliquote diverse a seconda del reddito dichiarato e dei componenti a carico di uno o più contribuenti. Una scala di equivalenza che, per fare un esempio, renderebbero lo stesso guadagno di 1.000 euro di una persona fisica singola e di un lavoratore con due figli a carico tassati diversamente.

Un report del Forum delle associazioni familiari che mostra i successi del modello nel far crescere del 2%, a oltre 795mila nuovi nati, le culle piene in Germania, ai massimi dal 1997.

Esattamente come è stato promesso da noi di Fratelli d’Italia durante la campagna elettorale, vogliamo incentivare le nascite in Italia. Con l’utilizzo del modello che il governo sta testando, e ottimizzandolo dal punto di vista fiscale, si renderebbe molto meno gravoso il mantenimento dei figli. 

Un altro tassello importante a sostegno delle famiglie.

#politica #sondaggi #crescita #centrodestra #consenso #lavoratori #paese #giorgiameloni #fratelliditalia #fratelliditaliagrosseto #italia #lucavitale #lucavitalecoordinamentocomunalegrosseto #lucavitaleconsiglierecomunale #dipartimentoeconomiaefinanza #lucavitalecoordinamentoprovinciale #elettifditoscana #lucavitalefratelliditalia #lucavitaleparlamento #lucavitalepergrosseto #ristorieconomici #politics #italianpolitics #politicslive

Quanto indicato in comunicati e videocomunicati è la personale posizione di Luca Vitale iscritto a Fratelli d’Italia

IN ARRIVO DECRETI SICUREZZA PER LA TUTELA DEI CONFINI ITALIANI

È l’ora della prudenza per evitare uno strappo insanabile con la Francia ma, come anticipato dal presidente Giorgia Meloni in conferenza stampa, il governo non intende fare mezzo passo indietro nella gestione degli arrivi sulle nostre coste. Anzi, l’esecutivo è determinato nel partorire un nuovo provvedimento per contrastare gli sbarchi di migranti a bordo delle navi delle Organizzazioni non governative. Alla base dei provvedimenti: un pugno duro contro le ONG.

La strategia sarebbe quella di partire dalla base dei decreti Sicurezza per compiere una stretta ai danni delle Organizzazioni non governative che spingono per far sbarcare i migranti in Italia.

Con i nuovi decreti, verrà riservata particolare attenzione alla parte relativa alle navi, con una serie di novità che potrebbe allarmare le Ong e spingerle a evitare un pressing per attraccare a tutti i costi nel nostro Paese. Il che si potrebbe tradurre in multe fino a un milione di euro e nel sequestro dell’imbarcazione, senza escludere la confisca in caso di violazione del divieto di ingresso in acque territoriali italiane.

Fonti dell’Unione europea fanno sapere che si starebbe pensando di convocare una riunione ad hoc sui migranti dopo lo scontro tra Italia e Francia. L’incontro potrebbe essere l’occasione per fare il punto sulla nuova crisi e per cercare di portare avanti un’iniziativa europea, con i ricollocamenti in Europa.

Il governo italiano intende mandare un messaggio chiaro: ognuno deve fare la propria parte. D’altronde anche gli italiani hanno mandato un messaggio chiaro il 25 settembre: vogliono tutelare la sicurezza dei confini del nostro Paese!

#politica #sondaggi #crescita #centrodestra #consenso #lavoratori #paese #giorgiameloni #fratelliditalia #fratelliditaliagrosseto #italia #lucavitale #lucavitalecoordinamentocomunalegrosseto #lucavitaleconsiglierecomunale #dipartimentoeconomiaefinanza #lucavitalecoordinamentoprovinciale #elettifditoscana #lucavitalefratelliditalia #lucavitaleparlamento #lucavitalepergrosseto #ristorieconomici #politics #italianpolitics #politicslive

Quanto indicato in comunicati e videocomunicati è la personale posizione di Luca Vitale iscritto a Fratelli d’Italia

🔝 Giorgia Meloni: Intervento alla COP27 

🔝 Giorgia Meloni: Intervento alla COP27 

⚠️ ”Abbiamo il dovere di proteggere l’ambiente e l’Italia farà la sua parte”seguendo un percorso di protezione dell’ambiente inquinando meno;

Abbiamo un Presidente del Consiglio che fa un discorso concreto, sapendosi rapportare con tutti e dimostrandolo ad ogni livello; 

🏆 Un orgoglio per noi Italiani; Cosa dire di più:  lingua inglese egregia ed un discorso completo e perfetto…

Brava Giorgia!! Orgoglio Italiano! 🇮🇹

#economia #finanza #rilancioeconomico #europa #economianazionale #pnrr #aiuti #covid #contribuenti #redditi #stato #imprenditori #lavoratoriautonomi #lavoratori #autonomi #aziende #lavoratori #lucavitaleparlamento #paese #giorgiameloni #fratelliditalia #fratelliditaliagrosseto #italia #lucavitale #lucavitalecoordinamentocomunalegrosseto #lucavitalefratelliditalia #lucavitalepergrosseto #cop27

PREMIO CAMBIAMENTI: DIAMO VALORE ALLE GIOVANI IMPRESE DELLA MAREMMA

Si è tenuta ieri, la finale territoriale del Premio Cambiamenti per premiare le giovani imprese innovative.

Il premio nasce dalla volontà di sostenere la capacità e il coraggio delle imprese nate dopo il primo gennaio 2018, che hanno saputo riscoprire le tradizioni, promuovere il proprio territorio e la comunità, innovare prodotti e processi e costruire il futuro. 

Durante l’evento sono state presentate le imprese partecipanti della provincia di Grosseto. Saranno presenti anche alcune giovani imprese innovative che porteranno la loro testimonianza e le scuole, che potranno quindi conoscere storie virtuose di imprese, per portare avanti la collaborazione di Cna con gli istituti del territorio nell’ambito del progetto “Artigiani del futuro”.

Il nostro territorio ha dato il via a una serie di progetti che vogliono andare a dare valore a un territorio e allo sviluppo delle capacità imprenditoriali delle giovani generazioni, le quali ad oggi costituiscono almeno il 10% dell’intera popolazione italiana.

La nostra amministrazione sostiene con fermezza queste iniziative e l’importanza di dare valore alle imprese italiane e alla loro iniziativa imprenditoriale.

Il nostro obiettivo dal punto di vista economico è quello di voler ricostruire quanto è andato perso durante gli anni della pandemia e creare un tessuto produttivo e industriale solido ed efficiente che vada ad omaggiare anche le eccellenze della nostra Maremma.

#politica #sondaggi #crescita #centrodestra #consenso #lavoratori #paese #giorgiameloni #fratelliditalia #fratelliditaliagrosseto #italia #lucavitale #lucavitalecoordinamentocomunalegrosseto #lucavitaleconsiglierecomunale #dipartimentoeconomiaefinanza #lucavitalecoordinamentoprovinciale #elettifditoscana #lucavitalefratelliditalia #lucavitaleparlamento #lucavitalepergrosseto #ristorieconomici #politics #italianpolitics #politicslive

Quanto indicato in comunicati e videocomunicati è la personale posizione di Luca Vitale iscritto a Fratelli d’Italia

FRATELLI D’ITALIA CONTINUA A VOLARE

A poche settimane dal voto del 25 settembre, le nuove analisi forniscono indicazioni interessanti sulle valutazioni e sulle aspettative politiche degli italiani.

Fratelli d’Italia, sempre più primo partito del Paese.

Il partito guidato dalla premier in pectore è quotato al 27 per cento, un punto percentuale in più rispetto al 25 settembre.

Il quadro del sondaggio Swg per il Tg La7 che fotografa le intenzioni di voto. Il partito di Giorgia Meloni si conferma al top con un margine di oltre 10 punti dai concorrenti.

Poi spazio a Lega (8,5%) e Forza Italia (7,3%). La coalizione di centrodestra è in leggero rialzo rispetto alle elezioni: 43,9% (+0,1%), venti punti percentuali in più rispetto all’opposizione.

Le rilevazioni tengono conto non tanto delle intenzioni di voto, quanto delle aspettative e delle speranze che gli italiani nutrono nella politica.

Nel nostro programma elettorale abbiamo parlato di diritti, ma anche lavoro, giustizia sociale, impresa, economia, competitività, opportunità date dall’investimento ecologico e da quello digitale; ed è per questo che cresciamo: Fratelli d’Italia ha a cuore il bene dell’Italia e degli italiani e continueremo a lavorare in quest’ottica!

#politica #sondaggi #crescita #centrodestra #consenso #lavoratori #paese #giorgiameloni #fratelliditalia #fratelliditaliagrosseto #italia #lucavitale #lucavitalecoordinamentocomunalegrosseto #lucavitaleconsiglierecomunale #dipartimentoeconomiaefinanza #lucavitalecoordinamentoprovinciale #elettifditoscana #lucavitalefratelliditalia #lucavitaleparlamento #lucavitalepergrosseto #ristorieconomici #politics #italianpolitics #politicslive

Quanto indicato in comunicati e videocomunicati è la personale posizione di Luca Vitale iscritto a Fratelli d’Italia

COSA SUCCEDERA’ ORA PER ARRIVARE AL NUOVO GOVERNO?

Già prima delle elezioni del 25 settembre, visto il notevole vantaggio attribuito dai sondaggi alla coalizione di destra, si parlava della possibile composizione del futuro governo, che con grande probabilità sarà guidato dalla nostra leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Dopo le elezioni, però, prima che si possa arrivare alla formazione di un nuovo governo, devono essere completati alcuni passaggi. Ecco quali sono:

  1. Formazione dei gruppi parlamentari, i cui rappresentanti partecipano per prassi alle consultazioni con il Presidente della Repubblica.
  2. Dopo le elezioni alle camere potranno cominciare le consultazioni al Quirinale tra i presidenti delle camere, i leader dei gruppi parlamentari e gli ex presidenti della Repubblica. Al termine, verrà emesso il verdetto riguardo chi sarà scelto per formare “con riserva” il nuovo governo: con ogni probabilità, l’incarico sarà dato a Giorgia Meloni;
  3. La persona incaricata torna al Quirinale e “scioglie la riserva” in presenza del presidente della Repubblica, che firma i decreti di nomina del nuovo capo del governo e dei ministri.
  4. Dopo questo step, avviene il giuramento davanti al presidente della Repubblica e la cosiddetta “cerimonia della campanella” per segnalare l’inizio del Consiglio dei ministri.
  5. Entro 10 giorni dal decreto di nomina del Presidente del Consiglio, il governo deve ottenere la fiducia del parlamento.

I passaggi per giungere a questo punto non sono molti ed entro fine mese riusciremo ad essere operare. Presentandoci in modo unito alle consultazioni, stabiliremo una via chiara per la formazione di un nuovo governo ed entreremo in azioni in tempi brevi per dare risposte agli italiani fin da subito!

#politica #sondaggi #crescita #centrodestra #consenso #lavoratori #paese #giorgiameloni #fratelliditalia #fratelliditaliagrosseto #italia #lucavitale #lucavitalecoordinamentocomunalegrosseto #lucavitaleconsiglierecomunale #dipartimentoeconomiaefinanza #lucavitalecoordinamentoprovinciale #elettifditoscana #lucavitalefratelliditalia #lucavitaleparlamento #lucavitalepergrosseto #ristorieconomici #politics #italianpolitics #politicslive

Quanto indicato in comunicati e video comunicati è la personale posizione di Luca Vitale iscritto a Fratelli d’Italia

I PRESIDENTI DI SENATO E CAMERA: LA RUSSA E FONTANA PRONTI AD INTERVENIRE NELL’INTERESSE DEGLI ITALIANI


Come abbiamo seguito tutti, qualche giorno fa, Ignazio La Russa ricopre la seconda carica dello Stato ed è diventato il presidente del Senato con 116 voti. Fin da subito ha chiarito che il suo “è un compito di servizio, non devo cercare oggi agli applausi, non devo dire parole roboanti o captare la vostra benevolenza. […] Non c’è bisogno di parole che suscitano un applauso, ma solo di una sincera promessa: cercherò con tutte le mie forze di essere il presidente di tutti”.
Lorenzo Fontana è stato eletto, successivamente, presidente della Camera con 222 voti. Nel suo discorso non ha mancato di ricordare l’importanza che ricopre la Camera, la quale “rappresenta le diverse volontà dei cittadini: la nostra è una nazione multiforme con diverse realtà storiche e territoriali che l’hanno formata e l’hanno fatta grande: la grandezza dell’Italia è la diversità. Interesse dell’Italia è sublimare le diversità”.
Anche la nostra leader Giorgia Meloni ha espresso le sue congratulazioni ai neopresidenti , affermando che sia orgogliosa che siano state elette due figure di spicco del panorama italiano. Ha ringraziato anche tutti i colleghi che, con senso di responsabilità, hanno consentito di far eleggere due delle cariche più importanti dello Stato. Questo consentirà di procedere spediti e dare presto risposte agli italiani per i problemi che affliggono il nostro Paese.

politica #sondaggi #crescita #centrodestra #consenso #lavoratori #paese #giorgiameloni #fratelliditalia #fratelliditaliagrosseto #italia #lucavitale #lucavitalecoordinamentocomunalegrosseto #lucavitaleconsiglierecomunale #dipartimentoeconomiaefinanza #lucavitalecoordinamentoprovinciale #elettifditoscana #lucavitalefratelliditalia #lucavitaleparlamento #lucavitalepergrosseto #ristorieconomici #politics #italianpolitics #politicslive