L’OCSE PROPONE UN PIANO DA BRIVIDO: ECCO COSA C’è NELLA BLACKLIST

La tenuta della maggioranza ha solo un nome: pensioni. Il nodo da sciogliere sul fronte previdenziale riguarda la scadenza del 31 dicembre 2021. Dopo questa data, usciranno di scena moltissime riforme e, nel frattempo, dall’Ocse arrivano alcuni “consigli” (che assomigliano maggiormente a una lista della spesa).

Quota 100

Secondo l’Ocse costa troppo: a spesa pensionistica registrerebbe un aumento cumulativo pari a 11 punti percentuali del Pil tra il 2020 e il 2045. I risultati della cancellazione di questa riforma? I gruppi di lavoratori più anziani potrebbero affrontare gravi, anzi gravissime, difficoltà! Ma su questo sicuramente il governo passerà sopra!

Assegni di reversibilità

l’Ocse non usa giri di parole: “Per contenere ulteriormente i costi, inoltre, le pensioni di reversibilità permanenti – pari al 2,4% del Pil rispetto alla media Ocse dell’1% – non dovrebbero essere rese disponibili alle fasce fortemente al di sotto dell’età pensionabile. Quindi si andranno ad intaccare le pensioni che percepiscono milioni di italiani maturate dopo il decesso di uno dei coniugi.

Vi pare sensato?

Opzione donna

Addio all’uscita anticipata a 58 anni con almeno 35 anni di contributi, misura che in questi ultimi anni è stata confermata con rinnovi di 12 mesi ad ogni legge di Bilancio. Sicuramente sarà difficile gestire i malumori di milioni di donne che attendono il trattamento previdenziale!

Reddito di cittadinanza

Forse l’unica opzione che il centrodestra approva!  Secondo l’Ocse, bisogna “ridurre e assottigliare il Reddito di Cittadinanza per incoraggiare i beneficiari a cercare lavoro nell’economia formale e introdurre un sussidio per i lavoratori a basso reddito“. Forse si comincia a realizzare che questa riforma ha un nonsoché di assurdo!

Tasse su immobili e successioni

Questa è la proposta più assurda! Tra le proposte di riforme fiscali rientra l’aumento delle tasse sugli immobili e sulle successioni! Si prevede un aumento della tassazione sulla proprietà già vessata da infiniti sali e scendi.

L’Ocse ha creato una blacklist senza cognizione di causa. Ma le conseguenze di tutto questo sono state considerate? Ci auspichiamo che il governo pensi a una riforma pensionistica e fiscale con un minimo di logica e di rigore! Alla fine di tutta questa storia sono i cittadini a pagare il prezzo più caro: abbiamo immigrati che arrivano a flotte e nessuno si preoccupa di sistemare questa situazione che grava pesantemente sul nostro bilancio; abbiamo banche e multinazionali che evadono tranquillamente le tasse nei paradisi fiscali, ma per l’esecutivo tutto va bene. L’importante è sempre far cadere la ghigliottina sui cittadini e non pensare a reali soluzioni fiscali! Sicuramente, dall’opposizione Fratelli d’Italia, si farà sentire affinché i diritti dei cittadini e la tutela del loro patrimonio fiscale vengano rispettati!

Sostienimi!

Amministrative a Grosseto: Ricordati Domenica 3 e Lunedì 4 Ottobre 2021

Traccia una croce sul simbolo Fratelli d’Italia e scrivi: Vitale

Segui e condividi le notizie su www.lucavitalefratelliditalia.it

Segui iscriviti e condividi i video sul canale YouTube LUCAVITALEFRATELLIDITALIA

#pensioni #blacklist #contributi #quotarosa #quotacento #donne #pil #pensione #bilancio #immobili #successioni #tasse #tassazione #lavoratori #paese #giorgiameloni #fratelliditalia #fratelliditaliagrosseto #italia #lucavitale #lucavitalecoordinamentocomunalegrosseto #lucavitalefratelliditalia #lucavitaleparlamento #lucavitalepergrosseto #ristorieconomici #elezioni2021 #elezionicomunali2021 #elezionigrosseto #consigliocomunale #elezioniconsigliocomunale #elezioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *