LA “SCUSA” DEL COVID PER MASCHERARE LE LACUNE DEL SISTEMA SANITARIO?

Mezzo milione di casi giornalieri: è questa la proiezione americana per l’Italia che, però, sta prendendo la strada dell’endemia. Sarà la fine della pandemia? Il super green pass servirà per bloccare la sua potenza? Questo è tutto da vedere.

L’aumento di contagi significa più ospedalizzazioni. Come molti studi mondiali affermano, la nuova variante colpisce la gola penetrando meno nei polmoni, causando milioni di positivi, ma diminuendo drasticamente i decessi. Il problema reale è negli ospedali!

Ormai il Covid pare essere diventato una “scusa” per giustificare gli ingenti tagli alla sanità che sono stati fatti negli ultimi anni. Il Covid ha messo in luce tutte le fattezze negative della sanità italiana. Ad oggi assistiamo continuamente ad accessi in ospedale dimezzati e a diagnosi che arrivano in ritardo di giorni e nei casi più gravi settimane. E ancora, chi soffre di patologie gravi non ha la possibilità di essere monitorato come dovrebbe e anche i controlli di routine di prevenzione sono stati cancellati in massa.

È vero, sono stati anni da incubo, ma tra non molto ci accorgeremo del vero disastro che è stato combinato alla sanità italiana! Presto il Covid-19 sarà endemico e porterà solo casi lievi e pochi gravi, ma tutt’oggi vediamo la pressione ingente sugli ospedali e pronti soccorso intasati!

Per quanto ancora gli italiani dovranno patire di questi tagli alla sanità? Quando gli daremo un servizio sanitario degno delle tasse che pagano?

Guarda le altre notizie su: www.lucavitalefratelliditalia.it

Iscriviti, guarda e condividi i video sul canale YouTube LUCAVITALEFRATELLIDITALIA

#serviziosanitario #tagli #sanità #ospedali #contagi #disastro #sanitàitaliana #pressione #covid #lavoratori #paese #giorgiameloni #fratelliditalia #fratelliditaliagrosseto #italia #lucavitale #lucavitalecoordinamentocomunalegrosseto #lucavitalefratelliditalia #lucavitaleparlamento #lucavitalepergrosseto #ristorieconomici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.