L’INFLAZIONE E LA CAPORETTO ECONOMICA

Notizia drammatica, ma scontata, che arriva da parte dell’Istat: secondo le stime dell’inflazione ci aggiriamo intorno al +3,9% rispetto ad un anno fa. Ricordiamo che il parametro base dovrebbe essere non superiore al 2%!

Quali sono i prodotti che ne contribuiscono di più? Alimentari e prodotti energetici che comportano una crescita di poco superiore al 1%. Come insegna l’economia, se il costo della produzione aumenta, aumenta il costo del prodotto. Siccome i prodotti energetici sono la base della produzione di qualsiasi prodotto, l’offerta subisce aumenti esponenziali!

La crescita dei prezzi nel 2021 — commenta l’Istat – rappresenta «l’aumento più ampio dal 2012 (+3%)». In base alle stime preliminari l’inflazione acquisita per il 2022 (cioè la crescita media che si avrebbe nell’anno se i prezzi rimanessero stabili fino a dicembre) è pari a +1,8%, diversamente da quanto accaduto per il 2021, quando ci fu un calo dei prezzi dello 0,1 per cento.

E ora che cosa dovremmo fare?

Il nostro governo sa bene che cosa succederà, quali sono i propri limiti e come dovrebbe agire. Tuttavia, si continua a mettere in atto provvedimenti tampone attraverso l’immissione di denaro preso da fonti sconosciuti.

Noi sosteniamo pienamente una manovra che tamponi questa micidiale Caporetto economica che si riversa pesantemente sulle tasche delle nostre famiglie che dovranno fare i conti con prezzi sempre più elevati! Le famiglie italiane vanno tutelate!

Guarda le altre notizie su: www.lucavitalefratelliditalia.it

Iscriviti, guarda e condividi i video sul canale YouTube LUCAVITALEFRATELLIDITALIA

#inflazione #istat #economia #costi #lavoro #caporetto #lavoratori #paese #giorgiameloni #fratelliditalia #fratelliditaliagrosseto #italia #lucavitale #lucavitalecoordinamentocomunalegrosseto #lucavitalefratelliditalia #lucavitaleparlamento #lucavitalepergrosseto #ristorieconomici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *